Una scala nascosta tra gli scaffali

pubblicato in: Interni, Residenza | 0

A Brooklyn, in una ex fabbrica di pressofusione costruita nel 1913, convertita a complesso residenziale nel 1980, si trova un loft dal carattere industriale completamente ristrutturato dallo studio SABO.

I progettisti hanno rimosso la maggior parte delle pareti e della controsoffittatura presente nell’immobile, rivelando così l’autenticità della costruzione con le sue colonne ed i suoi soffitti in calcestruzzo, ed espandendo notevolmente lo spazio.

Eliminando la controsoffittatura, ridefinendo l’altezza di una serie di nuove partizioni, si sono ricavati dei nuovi spazi dagli armadi su misura al nuovo piano rialzato, inserendo elementi in vetro nella parte terminale dei divisori.

La giusta combinazione verticale delle opacità e delle trasparenze dei vetri gestisce in maniera equilibrata sia la privacy che luce naturale in ogni singolo spazio. Le nuove connessioni tra camere stabilisce un continuum che sembrano ampliare ogni spazio al di là di limiti.

Le armadiature sono massimizzate in tutta la cucina ed in bagno, quest’ultimo con l’uso di pannelli maniglie bianche opache che contrastano con la materialità del calcestruzzo.

Il bagno rivestito in piastrelle di ceramica a forma di diamante, dalle tonalità azzurrine e bianche che combinate tra loro danno delle sfumature che avvolgono perfettamente lo spazio e ne aumentano i volumi.

Inoltre, una serie di contenitori di legno che si estendono dalla cucina alle camere da letto, integrano in modo perfetto la scala, dando quel tocco di dinamismo ed originalità unico nella casa.

Un progetto davvero originale e di grande impatto visivo, nonché geniale nelle soluzioni minimal adottate.

Giusto un’idea da MyHouseIdea